Come scegliere un sistema audio per PC

Tutorial: Scelta di un sistema audio per pc.

INTRO
Parto subito con la premessa che , i sistemi audio realizzati per i nostri personal computer raramente riescono ad avvicinarsi agli standard di un impianto ad alta fedeltà, a causa del loro basso costo e della loro ridotta dimensione.
Vista la quantità di operazioni che si possono fare con un pc, come ascoltare musica, vedere un film, ascoltare radio, guardare la tv, creare musica, nasce l’esigenza di acquistare un impianto che soddisfi almeno le nostre principali operazioni.
Se si è un vero audiofilo, penso che debba orientarsi su prodotti che non siano realizzati per i pc ma su qualcosa di qualità superiore.
Questo tutorial è rivolto a coloro che sono alle prime armi nell’intento di acquistare un impianto audio.
In primo luogo dovete stabilire, qual è l’utilizzo principale del vostro impianto, se create musica o semplicemente ascoltate musica, un sistema stereo è più che sufficiente ( o corretto), se si utilizza per applicazioni multimediali come, giocare, guardare film etc. possiamo chiamare in causa i sistemi multicanale.

I SISTEMI MULTICANALE
Si è partiti con sistemi audio con due canali, in grado però solo di ricreare una scena sonora solo frontale e siamo arrivati ad impianti audio che riescono a riprodurre fino a sette canali.
L’esigenza del multicanale nasce dall’obiettivo di ricostruire una scena sonora quanto più vicino possibile alla realtà, mettendo cosi l’ascoltatore al centro della scena.

IL SUBWOOFER

Penso che questo componente non abbia bisogno di presentazioni, forse è l’elemento che ogni persona va a guardare per prima. Viene incaricato di riprodurre le frequenze basse dello spettro audio e la maggior parte dei subwoofer in commercio non è in grado di svolgere questo ruolo.
Nel valutare un subwoofer dobbiamo valutare:
Il materiale con cui è stato costruito il suo box, scartate a priori quelli in plastica, sono quasi accettabili quelli in truciolato meglio quelli in MDF.
La dimensione del driver, maggiore sarà il diametro maggiore sarà lo spostamento d’aria quindi con una migliore riproduzione delle basse frequenze. Per avere una corretta riproduzione scartate sistemi che usano driver con un diametro minore di 16 centimetri.
La tipologia del box, date un’occhiate nelle caratteristiche dichiarate dal produttore la maggior parte usano soluzioni basate sul bass reflex, forse per certi punti di vista la più performante insieme al passa-banda.
La frequenza che riesce a riprodurre, più si avvicina ai circa 17-18 hertz udibili dall’ orecchio umano, migliore sarà la copertura dello spettro audio.

I SATELLITI
Assolutamente da non trascurare, sono i cosiddetti satelliti, vengono usati per riprodurre le frequenze medio-alte, a loro viene dato il compito più delicato, quindi è richiesta una buona qualità costruttiva. Vi consiglio sistemi a più vie, per esempio midrange + tweeter.
E’ buona norma valutare l’ottima qualità di questi componenti e di non valutare solo le frequenze basse e l’estetica dell’impianto.

L’AMPLIFICAZIONE
E ovvio che se abbiamo un ottimo sistema di altoparlante, dovrà essere di altrettanta qualità l’amplificatore. Da prendere in considerazione la potenza erogata in watt RMS con la relativa distorsione armonica (THD) ed il carico (impedenza altoparlanti).

 


Tutorial: Scelta di un sistema audio per pc.

DA NON DIMENTICARE…
Ricordate di scegliere un impianto anche in base alle dimensioni dell’ambiente in cui lo installerete. Non c’è bisogno di comprare sistemi da 500watt rms, per metterli in una stanza di due metri quadri.
Come minimo dovrete avere di “serie”, schermatura magnetica degli altoparlanti, controllo volume e toni.

CONCLUSIONE
La migliore cosa da fare, oltre a valutare le caratteristiche tecniche di un impianto, bisognerebbe ascoltarlo prima di acquistarlo, perché entrano in gioco i propri gusti, ognuno di noi ascolta e valuta in modo diverso in base alle proprie tendenze musicali. Quello che vi ho proposto è solo, in linea di massima, una piccola guida su come riconoscere un sistema che abbia una buona qualità sonora. Di seguito vi elenco le caratteristiche di impianti di fascia bassa, media e alta.

Fascia Prezzi
Potenza erogata (Watt RMS)
Risposta in frequenza
SPL
Dimensioni subwoofer
Dimensioni satelliti
Bassa
da 80€
da 70 watt rms, in totale (5.1)
circa 40 Hz – 20 kHz
100 db
13-cm (5″)
65-mm (3″)
Media da 200€
da 150 watt rms, in totale (5.1)
circa 35 Hz – 20 kHz
110 db
16-cm (6,5″)
65-mm (3″) + tweeter
Alta da 400€
da 400 watt rms, in totale (5.1)
circa 25Hz a 20kHz
125 db
20-cm (8″)
87-mm
(3,5″) + tweeter
ATTENZIONE: Questa tabella è stata creata, in linea generale, sui sistemi che sono in commercio realizzati appositamente per pc. Ho scelto i sistemi a 5.1 canali perchè sono i più utilizzati. Ho fatto una media dei sistemi in base alle loro caratteristiche tecniche, quindi i valori indicati non sono standard, ma approssimativi a valori di sistemi audio che appartengono alle rispettive fasce.
Non affidatevi solo alle caratteristiche tecniche, ricordate che il suono è un’esperienza personale, la scelta più importante rimane a voi…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *