Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Subwoofer in ampli classe T
#11
attualmente collegato al pc, e non solo, anche per acolti volanti ho collegato un audica microzone, piccole dimensioni, compatto, una quindicina di watt i classe D telecomando, uscita pre, uscita sub, prima avevo un acoustic solution, l'ampli modello base ma era molto evoluto, sempre con telecomando e l'uscita cuffia è collegabile al sub perchè non esclude le casse, solo che era di dimensioni rack cioè 44 cm, l'audica è meno della metà e deve stare sulla scrivania, per quanto riguarda poi il fatto che le casse non riproducono bene le basse frequenze, puoi sempre ovviare con un condensatore elettrolitico non polarizzato da 100 microfarad 50volt in serie al positivo collegato anche dietro ad ogni cassa, già quello ti taglia via tutte le basse frequenze da 300/400 hz in giù e ti eviti le pernacchie dai wooferotti, ciao
Rispondi

#12
(06-06-2017, 03:43 )giulio63 Ha scritto: attualmente collegato al pc, e non solo, anche per acolti volanti ho collegato un audica microzone, piccole dimensioni, compatto, una quindicina di watt i classe D telecomando, uscita pre, uscita sub, prima avevo un acoustic solution, l'ampli modello base ma era molto evoluto, sempre con telecomando e l'uscita cuffia è collegabile al sub perchè non esclude le casse, solo che era di dimensioni rack cioè 44 cm, l'audica è meno della metà e deve stare sulla scrivania, per quanto riguarda poi il fatto che le casse non riproducono bene le basse frequenze, puoi sempre ovviare con un condensatore elettrolitico non polarizzato da 100 microfarad 50volt in serie al positivo collegato anche dietro ad ogni cassa, già quello ti taglia via tutte le basse frequenze da 300/400 hz in giù e ti eviti le pernacchie dai wooferotti, ciao

nel vecchio ufficio dove lavoravo, qualche anno fa, quattro o cinque credo, ho installato un sistema 2.1 utilizzando uno di quegli amplificatori cinesi marca lepay mi pare, collegato all'audio della tv, perchè faceva schifo, considera che sto parlando di un corpo di guardia di una caserma e che è presidiato h24 e che la tv non la spengono mai e quindi quello scatolotto sta sempre acceso da allora, ogni tanto passo a salutare gli amici...e quello sta sempre acceso che suona...mai spento, 5 watt a canale ed una ventina per il sub, 9 o 10 euro credo costò, se non ha i grandi pretese spendi una cavolata e vivi tranquillo, ha importante, non solo suona sempre ma suona pure bene, ciao
Rispondi

#13
(06-06-2017, 03:57 )giulio63 Ha scritto:
(06-06-2017, 03:43 )giulio63 Ha scritto: attualmente collegato al pc, e non solo, anche per acolti volanti ho collegato un audica microzone, piccole dimensioni, compatto, una quindicina di watt i classe D telecomando, uscita pre, uscita sub, prima avevo un acoustic solution, l'ampli modello base ma era molto evoluto, sempre con telecomando e l'uscita cuffia è collegabile al sub perchè non esclude le casse, solo che era di dimensioni rack cioè 44 cm, l'audica è meno della metà e deve stare sulla scrivania, per quanto riguarda poi il fatto che le casse non riproducono bene le basse frequenze, puoi sempre ovviare con un condensatore elettrolitico non polarizzato da 100 microfarad 50volt in serie al positivo collegato anche dietro ad ogni cassa, già quello ti taglia via tutte le basse frequenze da 300/400 hz in giù e ti eviti le pernacchie dai wooferotti, ciao

nel vecchio ufficio dove lavoravo, qualche anno fa, quattro o cinque credo, ho installato un sistema 2.1 utilizzando uno di quegli amplificatori cinesi marca lepay mi pare, collegato all'audio della tv, perchè faceva schifo, considera che sto parlando di un corpo di guardia di una caserma e che è presidiato h24 e che la tv non la spengono mai e quindi quello scatolotto sta sempre acceso da allora, ogni tanto passo a salutare gli amici...e quello sta sempre acceso che suona...mai spento, 5 watt a canale ed una ventina per il sub, 9 o 10 euro credo costò, se non ha i grandi pretese spendi una cavolata e vivi tranquillo, ha importante, non solo suona sempre ma suona pure bene, ciao
Grazie della risposta, ma ho visto che i tuoi amplificatori sono un po' troppo costosi pe ree mie tasche Sad 
Mi interessa invece la soluzione dei condensatori inseriti "manualmente", in che cosa consiste esattamente? Un crossover attivo già confezionato non è consigliabile?
Rispondi

#14
certamente, ma poi dove lo colleghi un crossover attivo.....almeno a due amplificatori, uno per i medioalti ed uno per il sub, quindi la spesa per il cross attivo più due ampli....torno alla domanda iniziale, utilizzi materiale di provenienza car? perchè altre soluzioni non ne vedo...tipo ampli 2.1, ve ne sono in commercio ma se dici che costano troppo quelli che ti ho descritto!!!! il condensatore in serie al positivo è un trucchetto...diciamo...che si usa in ambito pro, quando e casse alte tendono a spernacchiare un po per via dei fenomeno di "roll- up" emettendo un suono sgraziato sulle basse e sub-basse si crea una sorta di effetto contrario, un "roll-off" e sopsrattutto quando non vi sono collegati dei crossover elettronici di limitazione, utilizzando un grosso condensatore posto in serie al positivo della/delle casse si riescono ad attenuare le frequenze piu basse, in genre 150-200-220 m farad per scendere sotto i 200-150 Hz, considera tutto questo molto empirico, perchè bisogna tener conto della potenza ,delle impedenze,  e bisogna avere manualità nel fare tali operazioni, la stessa cosa cosa si fa per le alte-altissime frequenze utilizzando degli induttori, nel tuo caso molto più semplice puoi attenuare la parte bassa dello spettro audio ed evitare che che le casse "rollino" appunto...così spendi tre euro e sperimenti, cosa molto importante
Rispondi

#15
(07-06-2017, 00:44 )giulio63 Ha scritto: certamente, ma poi dove lo colleghi un crossover attivo.....almeno a due amplificatori, uno per i medioalti ed uno per il sub, quindi la spesa per il cross attivo più due ampli....torno alla domanda iniziale, utilizzi materiale di provenienza car? perchè altre soluzioni non ne vedo...tipo ampli 2.1, ve ne sono in commercio ma se dici che costano troppo quelli che ti ho descritto!!!! il condensatore in serie al positivo è un trucchetto...diciamo...che si usa in ambito pro, quando e casse alte tendono a spernacchiare un po per via dei fenomeno di "roll- up" emettendo un suono sgraziato sulle basse e sub-basse si crea una sorta di effetto contrario, un "roll-off" e sopsrattutto quando non vi sono collegati dei crossover elettronici di limitazione, utilizzando un grosso condensatore posto in serie al positivo della/delle casse si riescono ad attenuare le frequenze piu basse, in genre 150-200-220 m farad per scendere sotto i 200-150 Hz, considera tutto questo molto empirico, perchè bisogna tener conto della potenza ,delle impedenze,  e bisogna avere manualità nel fare tali operazioni, la stessa cosa cosa si fa per le alte-altissime frequenze utilizzando degli induttori, nel tuo caso molto più semplice puoi attenuare la parte bassa dello spettro audio ed evitare che che le casse "rollino" appunto...così spendi tre euro e sperimenti, cosa molto importante
No, ora come ora, rimedio un amplificatore stereo per le mie casse e volevo abbinarci un subwoofer attivo (in questo modo si ho due amplificatori, uno integrato nel subwoofer e uno per le casse), però da qui nascono i problemi di far arrivare le giuste frequenze ai giusti altoparlanti senza far riprodurre frequenze che non gli appartengono! 
Diciamo che in max 200€ volevo prendere un subwoofer e in qualche maniera sincronizzare il segnale per non ottenere "pernacchie" ne dai medio alti, ne dal subwoofer, e da qui chiedevo consiglio a voi che  avete più esperienza e più competenza e magari conoscete soluzioni buone ed economiche. 
Quella dei condensatori mi sembra un ottimo metodo (anche perché come avevo accennato sono un appassionato del fai da te), penso di aver capito all'incirca come funziona, ma se mi potessi dare magari qualche consiglio per evitare erroracci te ne sarei ancora più grato!  Shy
Rispondi

#16
La soluzione migliore quella dell'amplificatore stereo, ricordati di procurarti un sub attivo che abbia anche  gli ingressi ad alto livello, quasi tutti, oppure che l'amplificatore abbia le uscite preout, per quanto riguarda il condensatore di attenuazione è molto semplice, anche perché non è polarizzato quindi un verso vale l'altro, si collega alla parte finale del positivo che va collegato alla morsettiera delle casse oppure direttamente all'uscita positiva della morsettiera delle casse del retro ampli insomma il componente deve sostituire i primi o gli ultimi dieci cm di filo positivo, isola tutto con della guaina termo restringente
Rispondi

#17
(07-06-2017, 02:32 )giulio63 Ha scritto: La soluzione migliore quella dell'amplificatore stereo, ricordati di procurarti un sub attivo che abbia anche  gli ingressi ad alto livello, quasi tutti, oppure che l'amplificatore abbia le uscite preout, per quanto riguarda il condensatore di attenuazione è molto semplice, anche perché non è polarizzato quindi un verso vale l'altro, si collega alla parte finale del positivo che va collegato alla morsettiera delle casse oppure direttamente all'uscita positiva della morsettiera delle casse del retro ampli insomma il componente deve sostituire i primi o gli ultimi dieci cm di filo positivo, isola tutto con della guaina termo restringente

Ok grazie mille giulio63!!
Adesso vedo come adoperarmi, siete stati gentilissimi!!
A presto!
Rispondi



Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  SUBWOOFER ISOBARICO EROS 10 876 26-12-2020, 07:14
Ultimo messaggio: EROS
  Quale ampli per torri magnat? Alcaparra 1 366 25-10-2020, 03:04
Ultimo messaggio: giulio63
  Ampli per Klipsch e vari quesiti mik70 10 937 16-10-2020, 01:39
Ultimo messaggio: mik70
  Upgrade Ampli per B&W CM9 vashkenazy 2 556 23-08-2020, 06:01
Ultimo messaggio: megane
  cercasi consigli nuovo ampli StefanoMosè 0 352 10-07-2020, 17:51
Ultimo messaggio: StefanoMosè

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)

Powered by MyBB, © 2002-2022 iAndrew & Melroy van den Berg.